Test sugli animali: la posizione di Almo Nature

Almo Nature non testa sugli animali.
Una scelta che influenza tutta la filosofia nutrizionale dalla quale nascono i prodotti e che esclude la produzione  di alimenti medicati, cioè con fini curativi.
Almo Nature è convinta che il cibo abbia il compito di nutrire, i veterinari e i medicinali quello di curare.

L’impegno nel rispettare gli animali, iniziando da una nutrizione formulata “dal loro punto di vista”, è tale che nel 2004 Almo Nature si schierò contro tutti i test sugli animali, supportando attivamente Stop Vivisection e la raccolta di firme europea per iniziare un cambiamento importante verso l’evoluzione della ricerca scientifica senza cavie.

 

Un solo test: assaggiare!

Tutte le ricette disponibili sul mercato sono state assaggiate da un gruppo di cani e gatti iscritti volontariamente dai rispettivi padroni al gruppo test.

Una volta che il team Ricerca e Sviluppo ha messo a punto una nuova ricetta insieme ai medici veterinari esperti in nutrizione, se ne avvia una produzione ridotta così da poterla far assaggiare ai pet nella comodità delle loro case, inviando a domicilio un pacchetto con i nuovi prodotti e le informazioni a corredo.

Dopo un periodo di prova, si raccolgono i risultati e si decide se la nuova ricetta ha superato i test di palatabilità e può quindi essere gradita da tutti i quattrozampe.

 

Un’informazione mancante?

Almo Nature è iscritta nelle liste OIPA e PETA tra le aziende cruelty free, ma questa informazione non compare sulle confezioni dei prodotti: meno marketing, più informazione per il consumatore. Un desiderio di massima chiarezza e trasparenza degli ingredienti sulle etichette, il rispetto assoluto verso chi ci sceglie e dedica tempo e attenzione a ciò che propone al proprio gatto e cane.