La differenza tra queste definizioni è una delle domande più ricorrenti e vogliamo spiegarla con semplicità e chiarezza.

I prodotti completi sono integrati con vitamine e minerali, questo consente di soddisfare i fabbisogni del gatto o del cane all’interno di ogni singolo pasto. Dal punto di vista del profilo nutrizionale, un alimento completo potrebbe ipoteticamente essere somministrato tutti i giorni, per sempre; tuttavia non sarebbe consigliabile, perché verrebbe a mancare quella varietà necessaria a contribuire al benessere nutrizionale, anche in funzione delle diverse necessità del singolo. Basta infatti osservare il comportamento dei nostri pet per rendersi conto di come possano cambiare i fabbisogni nutrizionali: in inverno la tendenza è condurre una vita più sedentaria, mentre in estate l’attività è maggiore. Diversi atteggiamenti, diversi fabbisogni, a cui deve corrispondere una diversa nutrizione che un unico alimento, anche se dichiarato completo, non può soddisfare.

I prodotti complementari sono alimenti che, individualmente, non sono sufficienti a soddisfare tutte le esigenze nutrizionali del cane o del gatto in un solo pasto, sono  senza integrazioni. Ma questo avviene anche in natura e nell’alimentazione umana: non ci chiediamo se il nostro pranzo sia completo, perché sappiamo che la nostra dieta, basata sull’alternanza delle fonti alimentari, ci garantisce un’alimentazione bilanciata, priva di carenze o eccessi.

Ma allora come scegliere?

L’ideale è proporre una dieta che riproduca in maniera più fedele possibile la disponibilità di alimenti presenti in natura, replicando l’equilibrio naturale di carni, vegetali e carboidrati di cui i pet si nutrirebbero in natura.

Da qui originano i consigli nutrizionali di Almo Nature per il gatto e per il cane che basano l’alimentazione del gatto sull’alternanza tra cibo secco e umido, e quella del cane su una preponderanza di alimento secco, variando tra tutte le fonti proteiche e le tipologie degli ingredienti impiegati nelle ricette.

Completo + Complementare = Sbilanciare?

È una domanda piuttosto ricorrente: associare un alimento completo (ad esempio le crocchette) a un alimento complementare (ad esempio un umido), significa sbilanciare l’alimentazione del cane o del gatto? Assolutamente no: da un punto di vista nutrizionale, come già accennato, il fabbisogno deve essere soddisfatto nel suo complesso, proprio come nel caso dell’alimentazione umana e non ogni giorno a ogni singolo pasto.
nbsp;

Articoli correlati

Benvenuto nella comunità!

La nostra prima e-mail è già in arrivo. Speriamo sia di tuo gradimento.

Un'altra cosa

Saremmo lieti di sapere qualcosa di più su di te – per fornirti le informazioni più pertinenti. Per favore, rispondi ad alcune semplici domande:

Qual è il tuo animale da compagnia?

Quanti anni hanno i tuoi compagni animali?

  • Cane
  • Gatto

In che zona vivi?

Oh, hai un gatto e un cane! Bene, già ci piaci :)

Grazie per esserti iscritto! E porta i nostri saluti al tuo gatto :)

Grazie per esserti iscritto! E porta i nostri saluti al tuo cane :)

Ehi, è così bello averti qui con noi :) Grazie per esserti iscritto!

Per favore, se hai qualche opinione sui prodotti Almo Nature per gatti o cani (o entrambi!) o riguardo ai progetti della Fondazione Capellino, condividili con noi — — siamo sempre lieti di confrontarci con chi è interessato e partecipe. Speriamo di rivederti presto!

Seleziona la modalità di iscrizione

Sei già iscritto