Come dare medicine al cane e al gatto evitando lo stress?

Come dare medicine al cane e al gatto? Siamo appena stati dal veterinario e se vogliamo che il nostro pet guarisca, non abbiamo altra scelta. Non resta che capire come rendere rapido e indolore questo momento: la dottoressa Maria Grazia Calore, medico veterinario esperto in comportamento, ci ha fornito delle dritte per uscire vincenti da questa impresa.

 

Cane e gatto: le differenze in termini di gusto

Per capire come dare medicine al cane o al gatto è opportuno conoscere le differenze tra i due in fatto di gusto. Infatti, se il cane solitamente ingoia il cibo, masticandolo molto poco, il gatto è estremamente più selettivo. Inoltre, il cane ha solo 1700 papille gustative contro le 9000 presenti nell’uomo, mentre il gatto ne ha ancora meno, circa 250, ma molto specializzate. Per questo si assiste molto più raramente all’avvelenamento di un gatto rispetto a quello di un cane.

Per Fido è molto importante l’odore del cibo e si è notata un’attrazione sia per il salato che il dolce; invece, il felino domestico, proprio per la sua natura di carnivoro stretto, predilige cibi salati snobbando il dolce.

Molte aziende farmaceutiche sanno che è difficile “ingannare” i nostri amici a quattro zampe e hanno provveduto ad aromatizzare le compresse rendendole più appetibili. Ma questo accorgimento non è stato esteso a tutti i farmaci per pet.

 

Come dare medicine a cane e gatto: i ‘trucchi’

Per rendere meno stressante la somministrazione dei farmaci al cane possiamo avvolgerli in una fettina di formaggio che ingoierà senza poter estrarre il contenuto. In alternativa e se non pregiudica la terapia, una compressa molto grossa potrà essere ridotta in piccoli pezzi. Qualora il nostro amico a quattro zampe figurasse tra i “sospettosi”, prima di somministrare il farmaco concediamogli qualche pallina di solo formaggio in modo da conquistarne la fiducia.

Per il gatto possono rivelarsi preziose le paste vitaminiche al sapore di carne o involucri mangiabili in cui nascondere le compresse, anche se spesso i farmaci aromatizzati vengono ingeriti spontaneamente. Evitiamo, per quanto possibile, di somministrare forzatamente il prodotto, soprattutto se si tratta di terapie lunghe. Potremmo riuscirci una o due volte ma, in seguito, si tratterebbe di una vera lotta! Con pazienza e studiando i “gusti” del nostro animale troveremo senza dubbio un modo meno traumatico di fargli prendere le medicine.

Siamo già sulla buona strada su come dare medicine a cane o gatto se ci atteniamo esclusivamente alle indicazioni del veterinario. Inoltre, dobbiamo evitare di dare loro medicine per uso umano: il metabolismo dei farmaci è completamente diverso per i nostri amici e ciò che assumiamo noi potrebbe rivelarsi per loro tossico o pericoloso.