Nuova vita per i cani di Neviano grazie a Love-Food

Almo Nature e Gaia Onlus sono intervenuti in soccorso dell’associazione ORAA (Obiettivo Recupero Animali Ambiente) alla quale, nel febbraio 2014, è stato dato definitivamente in gestione il canile di Neviano in contrada Belli, provincia di Lecce, dopo il blitz dei carabinieri di Neviano. Una risposta tempestiva per far fronte alla situazione drammatica in cui versavano i cani della struttura posta sotto sequestro.

paragrafo 2

A ottobre del 2013 i Carabinieri della sezione di Neviano (LE) e i dirigenti dell’Asl locale, dopo la segnalazione di diversi cittadini a cui non erano sfuggiti i latrati continui a tutte le ore del giorno e della notte, ispezionano il canile in cui confluiscono i randagi dei tre comuni limitrofi a Neviano e scoprono l’esistenza di un vero e proprio lager. La struttura, la cui capienza massima era prevista per 65 animali, “ospita” oltre 200 cani, costretti a vivere stipati in gabbie strettissime, denutriti e in molti casi malati. Il canile viene quindi posto sotto sequestro e successivamente affidato alla gestione dell’Associazione ORAA (Obiettivo Recupero Animali Ambiente).
E’ la stessa associazione, attraverso Gaia Onlus – nostro partner per lo sportello Love Food – a fare appello ad Almo Nature per venire in soccorso dei cani di Neviano.

paragrafo 3

Il primo carico di petfood Almo Nature parte quindi nel dicembre 2013 in soccorso dei cani gravemente denutriti e maltrattati dell’ex canile lager di Neviano. Una prima azione per permettere a ORAA di far fronte all’emergenza: nutrire i cani a lungo alimentati a pane raffermo e acqua, oltre a prendersi cura degli animali malati. Ma l’operazione Love-Food per Neviano non si ferma qui.
A giugno 2014 facciamo partire una nuova ‘montagna’ di cibo di qualità per rimettere in forma i cani in attesa di essere adottati: circa 3.000 kg di cibo, suddiviso in crocchette Rouge Label – il nostro secco della migliore qualità e dall’elevato profilo nutrizionale e cibo umido Daily Menu – per un apporto ulteriore di micronutrienti – così da consentire ai cani di Neviano di tornare ad una buona condizione fisica permettendo inoltre all’associazione ORAA di concentrare i fondi per apportare migliorie al canile e per le altre cure di cui gli animali hanno bisogno.

paragrafo 4

Dopo tante privazioni arriva finalmente anche il riscatto per i cani del canile di Neviano; nutriti adeguatamente e curati, ora iniziano un percorso di recupero comportamentale per trovare una casa definitiva: fra le altre attenzioni,infatti, l’associazione è riuscita a coinvolgere un veterinario comportamentalista, necessario per aiutare i cani a recuperare la fiducia negli esseri umani stemperando le paure nate da anni di maltrattamenti, e preparandoli al meglio per l’adozione.
Troppo spesso capitano casi drammatici come questo di Neviano”, racconta Pier Giovanni Capellino di Almo Nature. “Urge che le associazioni animaliste si uniscano e senza la pretesa di risolvere tutti i problemi si concentrino su uno alla volta, iniziando dai cani troppo spesso traditi. A partire dalla promessa mancata che gli uomini fecero loro in un tempo passato, quando chiesero di privarsi della libertà che avevano come lupi, per servirli. Ricominciare dai cani, per elaborare una nuova legge breve ed efficace che abolisca la Babele di norme e regolamenti esistenti e italianamente inapplicati, determinando un quadro chiaro fatto di educazione, organizzazione e dure sanzioni nei confronti di quelle stupide bestie umane che maltrattano i cani”.