Evoluzione del gatto: l’incredibile percorso di addomesticamento felino

Ecco i risultati del primo studio su larga scala del DNA originario dei gatti per capirne l’evoluzione.

 

Sappiamo molto sulla domesticazione del cane.
Ma come vennero addomesticati i nostri amici felini è stato un mistero per molto tempo.

Finalmente adesso i meccanismi dell’evoluzione e della proliferazione dei gatti sembrano essere molto più chiari: i gatti viaggiarono attraverso l’antica Eurasia e l’Africa trasportati dai primi agricoltori, antichi marinai e – niente poco di meno che – dai Vichinghi!

Nature.com mostra come la genetista dell’evoluzione Eva-Maria Geigl – insieme alla sua squadra presso l’Institut Jacques Monod di Parigi – sia riuscita a sequenziaare il DNA di 209 gatti che hanno vissuto circa tra 15.000 anni e 300 anni fa. La Geigl è certa che la specie felina abbia conquistato il mondo in due ondate.

 

Per quanto riguarda la prima ondata, il rapporto tra gatto e uomo è da ricondurre alle origini dell’agricoltura. Ad esempio, i resti di un funerale umano rinvenuto a Cipro e risalente circa 9.500 anni fa, includeva anche i resti di un felino. E già 6.000 anni fa gli egiziani sembravano essere riusciti a domesticare i primi gatti selvatici.

L’inizio dell’agricoltura in Medio Oriente e la necessità di tenere sotto controllo la presenza di topi e roditori, ha portato i gatti ad avvicinarsi agli agricoltori. Questi ultimi hanno probabilmente cominciato ad addomesticare i felini selvatici.

 

La seconda ondata può essere ricondotta ai discendenti dei gatti egiziani che hanno iniziato a diffondersi in Eurasia e Africa migliaia di anni più tardi, a bordo delle navi. Questi gatti erano sicuramente abbastanza popolari tra i marinai di quel tempo, dato il loro contributo nel combattere topi e altri roditori.

 

A differenza dei loro antenati felini, i gatti del giorno d’oggi non si cibano più di roditori. Ma per rispettare la loro “dieta naturale” è indispensabile alternare tra  cibo umido e secco della miglior qualità possibile.

Le ricette Almo Nature sono studiate e preparate con un’attenzione in più alla natura del gatto: garantiscono un’alimentazione equilibrata con ingredienti di alta qualità. Non solo: la nuova gamma Alternative permette di offrire al gatto un’alternanza di crocchette e di umido entrambi 100% HFC*, garantendo piacere, varietà, completezza dei nutrienti, corretta idratazione ed esercizio della masticazione.

 

E voi riconoscete dei comportamenti “selvatici” nel vostro gatto di casa?Raccontateci le vostre storie su Facebook! #almostory

* HFC: alimenti per gatti preparati con ingredienti naturali in origine dichiarati idonei al consumo umano.