HFC e PFC: due standard di qualità
HFC e PFC: due standard di qualità

Il Regolamento Europeo (CE) 1069/2009 espone con chiarezza i livelli di qualità della carne impiegata nel pet food e in particolare nelle crocchette.

Almo Nature le ha organizzate in due categorie:

Carne fresca 100% HFC, cioè in origine idonea al consumo umano

Articolo 10 comma a) del Regolamento Europeo (CE) 1069/2009: “(…) parti di animali macellati dichiarati idonei al consumo umano in virtù della normativa comunitaria (…)”

Carne PFC, cioè in origine non idonea al consumo umano, ma utilizzabile come ingrediente per il pet food

Articolo 10 comma b) i e seguenti del Regolamento Europeo (CE) 1069/2009: “(…) parti di animali non idonee al consumo umano in virtù della normativa comunitaria (…)”

 Close
HFC e PFC: come riconoscerli
HFC e PFC: come riconoscerli

Distinguere HFC da PFC è semplice, basta verificare il loro stato.

Carne 100% HFC  

È ben riconoscibile dalla confezione del prodotto e la sua etichetta perché

  1. è sempre e solo fresca: pollo fresco, manzo fresco, tonno fresco, ecc. sono le indicazioni che leggeremo
  2. è sempre associata all’indicazione 100% HFC, cioè in origine idonea al consumo umano

La carne 100% HFC è la più alta qualità possibile perché idoneo al consumo umano senza parti di scarto e poco digeribili

Carne PFC  

Sull’ etichetta la troveremo indicata in diverse forme: fresca, disidratata, essiccata oppure ridotta in farina.
La carne PFC, in qualunque stato sia impiegata, era in origine idonea solo pet food, scartata perché non idonea al consumo umano 

  • Carne PFC Fresca: l’etichetta la indicherà come semplice “pollo fresco”, “manzo fresco”, “tonno fresco”, ecc ma SENZA l’indicazione HFC.
  • Carne PFC disidratata, essiccata, farina: sono il risultato di un processo termico – più o meno aggressivo – di essiccazione. Più processi termici subisce la carne per essere trasformata in farine, essiccati o disidratati, maggiore è la denaturazione delle proteine e minore la loro digeribilità.

Le carni sottoposte a essicazione di qualsiasi grado vengono impiegate solo negli alimenti secchi: le crocchette.

 Close
L’importanza della carne fresca HFC per cani e gatti
L’importanza della carne fresca HFC per cani e gatti

La carne – fonte di amminoacidi essenziali – costituisce la base della dieta quotidiana dei nostri cani e gatti. Benché abbiano profili evolutivi e caratteristiche nutrizionali differenti, i nutrienti apportati dalla carne – in particolare le proteine – sono indispensabili per la crescita e il mantenimento delle strutture cellulari sia dei cani, sia dei gatti.

Nessuna proteina vegetale (derivante da mais, patate, soia, piselli, ecc.) è in grado di apportare gli stessi amminoacidi essenziali garantiti dalla carne, né di eguagliare qualità e varietà dei nutrienti garantiti dalla carne fresca 100% HFC.

Affinché gli amminoacidi essenziali siano a “pronto uso”, cioè completamente assimilabili dall’organismo, la qualità delle proteine deve avere il più alto valore biologico possibile, proprio come la carne fresca 100% HFC.

Ecco perché è importante che gli alimenti che scegliamo per i nostri cani e gatti siano di qualità HFC: è sempre e solo la qualità degli ingredienti a determinare anche quella del nutriente.

Le piume del pollo ad esempio sono ricchissime di proteine… ma di che qualità?

Almo Nature seleziona sempre e solo gli ingredienti della più alta qualità possibile, garantendo di conseguenza anche la qualità dei nutrienti.

È lo standard HFC.

 Close
La prima e unica crocchetta 100% HFC: l’innovazione assoluta
La prima e unica crocchetta 100% HFC: l’innovazione assoluta

Alternative è un’innovazione assoluta. E non solo perchè tutti gli ingredienti usati sono certificati HFC – cioè in origine idonei al consumo umano – ma anche perché Almo Nature, per la prima volta nel panorama pet food, ha progettato e costruito un macchinario (estrusore) capace di generare crocchette partendo da sola carne o pesce freschi, senza farine o disidratati di carne.

Il lavoro di ricerca e sviluppo è durato 6 anni, ma ha permesso di sviluppare una tecnologia che, grazie a un metodo di cottura lenta, riesce a creare una crocchetta di altissima qualità che preserva i nutrienti essenziali senza degradarli perché può usare gli ingredienti freschi, cioè non denaturati da precedenti cotture aggressive.

La differenza è evidente anche nei tempi: nello stesso tempo in cui si produce 1 chilo di crocchette HFC, si possono produrre 11 chili di crocchette con farine e disidratati.

Perché siamo ciò che mangiamo.
E questa è una verità che non vale solo per noi, ma anche per i nostri amici animali.

 Close
Come leggere un’etichetta
Come leggere un’etichetta

Le etichette sono composte da due liste principali, cioè composizione e componenti analitici:

  • Composizione (ingredienti): definiscono in ordine decrescente tutto ciò che è stato messo nella ricetta, cioè carne, riso, verdure, ecc.

La lista degli ingredienti potrebbe essere fondamentale perché consente di capire la qualità delle materie prime impiegate

  • Componenti analitici: riportano l’analisi dei nutrienti del prodotto finito, definendo la quantità di proteine, fibre, grassi, ecc.

La lista dei componenti analitici è un indice di quantità, ma non di qualità!

La composizione ideale che rispetta la loro natura.

Il cane e il gatto erano in origine carnivori e sebbene le loro storie evolutive li portino ad avere oggi caratteristiche nutrizionali differenti, mantengono la necessità di cibarsi prevalentemente di carne o pesce per l’apporto nutrizionale capace di fornire.

Ecco perché la carne o il pesce devono sempre occupare il primo posto nella lista degli ingredienti (composizione).

Abbiamo visto che più processi termici subisce la carne per essere trasformata in farine, essiccati o disidratati, maggiore è la denaturazione delle proteine e minore la loro digeribilità.

Le 3 regole da seguire per leggere e capire un’etichetta
  • 1Controllare che la carne o il pesce siano il primo ingrediente della lista “composizione” e che siano freschi
  • 2Verificare la presenza della sigla HFC che certifica l’origine idonea al consumo umano: se non è presente si tratta di carne PFC, ovvero ingredienti non idonei al consumo umano
  • 3Accertarsi che la percentuale di farine, essiccati o disidrati sia inferiore rispetto a quella di carne fresca per garantire una qualità maggiore.

Attenzione sempre alla qualità, primo parametro di verifica per la qualità del prodotto.

Ecco perché è fondamentale consultare la composizione e controllare l’ingrediente principale, cioè il primo della lista:

  • carne o pesce: di quale qualità? Se HFC comparirà esplicitamente e indicherà la presenza di tagli pregiati in origine idonei al consumo umano.
    Se non compare la sigla HFC, si tratterà di carne PFC cioè priva di certificazione da filiera alimentare umana. Se essiccata, disidrata o in farina, avrà una scarsa qualità.
  • mais, riso, soia, piselli, ecc: significa che le proteine sono di origine vegetale, non l’ideale per un animale carnivoro.

Sebbene tutti questi ingredienti siano fonte di proteine, la loro qualità e biodisponibilità cambia sensibilmente: la lettura dei componenti analitici può avvenire in un secondo momento, prima è importante capire la qualità.

Prendiamo ad esempio le piume del pollo: sono ricchissime di proteine e, se analizzate, riporterebbero un’elevata percentuale nei componenti analitici.

Ma quanto sono digeribili? Qual è la biodisponibilità di una piuma? Un cane o un gatto può davvero assimilare la quota proteica necessaria al suo benessere dalle piume? Oppure – incapace di digerire quelle proteine – le eliminerà con le feci?

 Close
Rispettare la natura del cane e del gatto
Rispettare la natura del cane e del gatto

Diversità vs umanizzazione: le ricette HFC umanizzano il nostro pet?

Assolutamente no: nutrire il gatto o il cane con ricette HFC non significa umanizzarli, ma anzi rispettare la loro naturale evoluzione biologica in quanto specie carnivore.

Il rispetto della natura specifica del cane e del gatto non prescinde dalla consapevolezza del loro status attuale: sono a tutti gli effetti membri della nostra famiglia umana e a loro dedichiamo le stesse attenzioni e cure che vogliamo per noi.

HFC è proprio questo: rispettare natura e istinto, mettendo nella ciotola la massima qualità possibile, la stessa che scegliamo per i nostri piatti.

Questa è la sfida che in Almo Nature abbiamo scelto di vincere: alimenti “dal loro punto di vista” con un’attenzione umana alla qualità.

HFC non umanizza il cane o il gatto, semplicemente aumenta le probabilità di farlo vivere relativamente più a lungo e in buona salute.

 Close
Congratulazioni! Iscrizione avvenuta con successo.!
Errore inatteso! Riprova per favore.
Iscriviti subito
Dai consigli nutrizionali e comportamentali alle offerte speciali, rimani aggiornato su tutte le novità Almo Nature!