Hai già un profilo?

Scegli la tua tipologia d’iscrizione

Parlaci di te, così potremmo indirizzarti al meglio.

Sono compagno di un gatto/cane

Se acquisti prodotti Almo Nature e/o supporti i progetti della Fondazione Capellino, questo è il tuo accesso personale.

Sono un partner commerciale

Se lavori per un negozio, una clinica veterinaria o rappresenti un altro partner commerciale di Almo Nature, è qui che ti diamo il benvenuto.

Voglio unirmi al progetto in qualità di organizzazione

Se fai parte di una ONLUS, una NON-ONLUS o di un’amministrazione locale che intende aderire al progetto "A Companion Animal Is For Life", vai qui.

Non hai ancora un account?

Use your code to change the password

Enter the verification code from the email we’ve sent you and create new password.

Reimposta la password

Inserisci l'indirizzo email associato al tuo account e ti invieremo un link per reimpostare la password.

You did it!

Password successfully restored

Cambia password temporanea

La password deve contenere almeno un numero (0-9), un carattere speciale ($, &, #, @, !, *), un carattere maiuscolo (A-Z) e uno minuscolo (a-z)

Quando il gatto cambia casa: consigli per affrontare il cambiamento

Il territorio  è essenziale per il gatto: il 90% del suo tempo è speso nell’esplorarlo e difenderlo. La marcatura è il suo strumento principale: attraverso feromoni facciali, urina o feci veicola la comunicazione con i propri simili, rassicurando al contempo il micio che ritrova così i propri riferimenti spaziali.

Ecco perché cambiare il territorio di un felino domestico significa sottoporlo ad un evento stressante: alcuni gatti reagiscono bene, altri si trovano ad affrontare una vera e propria crisi di identità!

Maria Grazia Calore, medico veterinario esperto in comportamento, ci ha aiutato a capirne di più con qualche consiglio utile per rendere meno traumatico possibile il trasloco.

 

Quando cambia il territorio di un gatto?

Il territorio di un gatto non cambia solo in seguito ad un trasloco o un viaggio ma anche quando muta l’aspetto del suo ambiente abituale in dettagli come il passaggio dal divano vecchio a uno nuovo, la tinteggiatura delle pareti di casa o l’inserimento di piante. Persino la sostituzione del caro vecchio tiragraffi ormai segnato dalle unghie del gatto o la pulizia dell’ambiente con prodotti aggressivi possono privare i felini di casa dei riferimenti territoriali disorientandoli del tutto.

Come aiutare il nostro gatto a “sentirsi a casa”?

Se abbiamo in mente un trasloco o un viaggio, dobbiamo aiutare il nostro micio ad attutire il colpo muovendoci per tempo. Giungono in nostro soccorso i negozi specializzati con i feromoni (diffusori o spray) che “mimando” la marcatura del gatto trasmettono una sensazione di tranquillità.

Per esempio, si potrebbe posizionare il diffusore per qualche giorno nel luogo di partenza per poi spostarlo nella nuova casa poco prima del trasloco. Lo spray, invece, potrebbe essere vaporizzato sugli oggetti del micio (cuscino, tiragraffi, copertine, trasportino) avendo cura di lasciar trascorrere qualche minuto tra la sua applicazione e l’arrivo del gatto affinché evapori la parte alcoolica dello spray fastidiosa per l’animale.

Ulteriore accorgimento per aiutare il pet in questa fase delicata è disporre i suoi consueti oggetti nel nuovo ambiente limitando al contempo per qualche giorno il suo spazio: lo stress sarà notevolmente ridotto! Quando avrà esplorato e marcato la stanza a lui riservata, potremo pian piano guidarlo nella esplorazione di tutta la casa.

Se, invece, ci “limitiamo” a cambiare mobili o a tinteggiare le pareti, il micio si troverà ad essere circondato da persone, e oggetti strani che non conosce e dovrà essere protetto da stress o eventuali contatti non desiderati. In questo caso, oltre al consueto utilizzo dei feromoni, dovremmo affiancare gli oggetti vecchi a quelli nuovi: il passaggio sarà più graduale e meno traumatico!

E se il gatto risultasse particolarmente sensibile, sarà bene evitare di usare detergenti aggressivi sui primi 20 cm partendo dal basso di mobili, stipiti, porte, sedie. Solo così i riferimenti spaziali del nostro gatto resteranno intatti proprio come i nostri mobili al riparo da più “efficaci” metodi di marcatura come urine e feci!

Related posts

Seleziona la modalità di iscrizione

Sei già iscritto

Benvenuto nella comunità!

La nostra prima e-mail è già in arrivo. Speriamo sia di tuo gradimento.

Un'altra cosa

Saremmo lieti di sapere qualcosa di più su di te – per fornirti le informazioni più pertinenti. Per favore, rispondi ad alcune semplici domande:

Qual è il tuo animale da compagnia?

Quanti anni hanno i tuoi compagni animali?

  • Cane
  • Gatto

In che zona vivi?

Oh, hai un gatto e un cane! Bene, già ci piaci :)

Grazie per esserti iscritto! E porta i nostri saluti al tuo gatto :)

Grazie per esserti iscritto! E porta i nostri saluti al tuo cane :)

Ehi, è così bello averti qui con noi :) Grazie per esserti iscritto!

Per favore, se hai qualche opinione sui prodotti Almo Nature per gatti o cani (o entrambi!) o riguardo ai progetti della Fondazione Capellino, condividili con noi — — siamo sempre lieti di confrontarci con chi è interessato e partecipe. Speriamo di rivederti presto!

Questo sito utilizza cookie tecnici per facilitare la navigazione, cookie di analisi raccogliere dati aggregati, cookie volti a garantire la funzionalità dei social media e di terze parti cookie per offrire servizi e funzionalità aggiuntivi agli utenti. Se vuoi saperne di più o ritirare il tuo consenso a tutti o ad alcuni cookie, vedere il Politica dei cookie.

Cliccando sul pulsante specifico, chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina web o continuando a navigare in qualsiasi altro modo, accetti l'uso dei cookie.