Hai già un profilo?

Scegli la tua tipologia d’iscrizione

Parlaci di te, così potremmo indirizzarti al meglio.

Sono compagno di un gatto/cane

Se acquisti prodotti Almo Nature e/o supporti i progetti della Fondazione Capellino, questo è il tuo accesso personale.

Sono un partner commerciale

Se lavori per un negozio, una clinica veterinaria o rappresenti un altro partner commerciale di Almo Nature, è qui che ti diamo il benvenuto.

Voglio unirmi al progetto in qualità di organizzazione

Se fai parte di una ONLUS, una NON-ONLUS o di un’amministrazione locale che intende aderire al progetto "A Companion Animal Is For Life", vai qui.

Non hai ancora un account?

Utilizza il codice che hai ricevuto per cambiare la password

Inserisci il codice di verifica presente nell’email che hai ricevuto e poi crea una nuova password

Reimposta la password

Inserisci l'indirizzo email associato al tuo account e ti invieremo un link per reimpostare la password.

You did it!

Password successfully restored

Cambia password temporanea

La password deve contenere almeno un numero (0-9), un carattere speciale ($, &, #, @, !, *), un carattere maiuscolo (A-Z) e uno minuscolo (a-z)

Preservare gli orsi: prudenza e conoscenza da parte dell’uomo

Ormai abituati a plasmare tutto a nostra immagine e somiglianza – tanto gli animali quanto l’ambiente – rischiamo spesso di perdere di vista la necessità di rispettare lo spazio dovuto in natura agli esemplari di specie diverse fino a ritenere un ostacolo tutto ciò che non asseconda una vita facile solo per noi. Più volte abbiamo parlato della necessità di conoscere il lupo e il suo habitat per preservarne l’esistenza garantendo al contempo la pacifica convivenza con l’uomo e lo stesso vale anche per l’orso, che è tornato a popolare le valli del Trentino scatenando un dibattito dai toni allarmistici.

Gli orsi in Italia

Stando a quanto riportato dal WWF, in Italia vivono tre distinti nuclei di orso bruno: due sulle Alpi, la prima nel Trentino occidentale e l’altra nel Tarvisiano e zone di confine tra Friuli Venezia Giulia, Austria e Slovenia; la terza è la sottospecie “marsicana” dell’Appennino centrale. Il primo tipo, l’orso bruno europeo, ha il mantello di colore bruno rossastro e il muso allungato. Invece, l’orso bruno marsicano ha il mantello di colore bruno marrone, più chiaro sulla testa, sul collo e sul dorso mentre il suo muso è più corto e tozzo. Insetti, frutta e piante erbacee sono i suoi cibi preferiti anche se, essendo un animale opportunista, può anche predare animali selvatici o domestici. Questo elemento così come alcune rare aggressioni ai danni dell’uomo rendono necessaria la pacifica coesistenza con il plantigrado.

Gli orsi e l’uomo: poche semplici regole per evitare incidenti

Abbiamo recentemente dato spazio alla posizione ufficiale del WWF Italia a proposito delle aggressioni di orsi ai danni degli uomini. Ciò che è certo, anche in questo caso legato ad animali a loro volta vittime di bracconaggio, è che la conoscenza delle specie e del loro habitat potrebbe scongiurare la soluzione auspicata da alcuni: imbracciare il fucile e procedere all’eliminazione fisica del ‘disturbatore’ (in realtà fino a qualche secolo fa naturale abitante delle Alpi). Come sempre, con gli animali selvatici, anche con l’orso la prudenza è fondamentale: ecco, dunque, che in caso di avvistamento dell’animale, magari durante una bella gita in bosco, sarà consigliabile:

Farsi notare: per evitare l’effetto sorpresa sull’animale che, messo in allerta sulla presenza umana (un campanellino potrebbe essere un ottimo strumento), provvederà da sé a tenersi alla larga.
Non avvicinarsi: per non allarmare l’animale – l’orso attacca solo se provocato o sorpreso – mai scattare foto o ricercare un approccio. È consigliabile piuttosto allontanarsi celermente dando le spalle all’animale al quale deve essere garantita una via di fuga.

E queste sono solo le principali accortezze da usare in caso di incontro con un orso, scopri le altre regole da seguire guardando il video del WWF:

Related posts

Seleziona la modalità di iscrizione

Sei già iscritto

Benvenuto nella comunità!

La nostra prima e-mail è già in arrivo. Speriamo sia di tuo gradimento.

Un'altra cosa

Saremmo lieti di sapere qualcosa di più su di te – per fornirti le informazioni più pertinenti. Per favore, rispondi ad alcune semplici domande:

Qual è il tuo animale da compagnia?

Quanti anni hanno i tuoi compagni animali?

  • Cane
  • Gatto

In che zona vivi?

Oh, hai un gatto e un cane! Bene, già ci piaci :)

Grazie per esserti iscritto! E porta i nostri saluti al tuo gatto :)

Grazie per esserti iscritto! E porta i nostri saluti al tuo cane :)

Ehi, è così bello averti qui con noi :) Grazie per esserti iscritto!

Per favore, se hai qualche opinione sui prodotti Almo Nature per gatti o cani (o entrambi!) o riguardo ai progetti della Fondazione Capellino, condividili con noi — — siamo sempre lieti di confrontarci con chi è interessato e partecipe. Speriamo di rivederti presto!

Questo sito utilizza cookie tecnici per facilitare la navigazione, cookie di analisi raccogliere dati aggregati, cookie volti a garantire la funzionalità dei social media e di terze parti cookie per offrire servizi e funzionalità aggiuntivi agli utenti. Se vuoi saperne di più o ritirare il tuo consenso a tutti o ad alcuni cookie, vedere il Politica dei cookie.

Cliccando sul pulsante specifico, chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina web o continuando a navigare in qualsiasi altro modo, accetti l'uso dei cookie.