A Pet Is For Life diventa A Companion Animal Is For Life

Rispettare il loro punto di vista

Crediamo fortemente che la parola “pet” non sia la più adeguata a definire la nostra idea di rapporto tra umani e cani e gatti.
I nostri progetti solidali e la nostra filosofia, guardare il mondo dal loro punto di vista, ci dicono che noi come umani dobbiamo renderci conto di cosa significa veramente prendersi cura di un cane o un gatto.
I Cani e i gatti non sono come giocattoli che si comprano in un negozio, si usano per il proprio divertimento e poi si ripongono in un angolino, si rompono oppure si danno via perché si è annoiati o troppo cresciuti per giocarci ancora.
Non dovremmo trattarli come macchine per “produrre” cuccioli e micetti per il nostro piacere. È invece necessario che capiamo la loro natura, rispettandoli e dedicandoci a essi in ogni fase della loro vita.

Per noi, la parola “pet” sminuisce il legame che si instaura tra umani e cani e gatti. Invece l’espressione “compagno animale” descrive molto meglio la relazione di rispetto reciproco che abbiamo in mente quando parliamo di cani e gatti.

Anche il Consiglio Europeo, così come la Commissione Europea che sta lavorando alla realizzazione di un’unica grande anagrafe europea per cani e gatti, utilizzano il termine “compagno animale”, in luogo di “pet”.

Come continuerà “A Companion Animal Is For Life” ?

Abbiamo cambiato soltanto il nome del progetto. Tutte le attività e le collaborazioni ad esso collegate che abbiamo sviluppato non subiranno alcun cambiamento.
Il cambio del nome è stato pensato con il solo desiderio di aumentare la consapevolezza e la comprensione del rapporto tra umani e compagni animali, comunicando in modo migliore la nostra filosofia.

Per saperne di più su A Companion Animal Is For Life e sugli obiettivi del progetto, clicca QUI