Maremmani a guardia dei pinguini

Pastori maremmani, alleati di greggi e pastori ma anche di pinguini. I bellissimi cani, protagonisti di tanti progetti a tutela del lupo intrapresi da Almo Nature nel segno dell’aLmore, hanno ottenuto il riconoscimento di eccellenza nella guardianìa anche in Australia. Il punto di forza di questo cane resta il medesimo –  capacità di allontanare i predatori da prede per natura deboli – ma il contesto è ben diverso dalle vallate italiane.

 

L’intuizione di Allan Swampy Marsh

 Da oltre otto anni è attivo il Middle Island Maremma Project, nato dall’idea di Allan ‘Swampy’ Marsh, allevatore nonché padrone di Oddball, un pastore maremmano rivelatosi prezioso per allontanare i predatori dai polli. Evidentemente soddisfatto della sua guardianìa, l’uomo ha avuto una brillante idea per far fronte all’estinzione dei Fairy penguins (pinguini favola), rappresentanti della biodiversità di Middle Island: proporre l’utilizzo di pastori maremmani addestrati per allontanare le volpi rosse. Grazie a questa intuizione, raccolta prontamente dal comune di Warnamboll, sono sbarcate nell’isola le sorelle Eudy e Tula, splendidi esemplari di pastore maremmano.

Eudy e Tula, pionieri di un progetto innovativo

I due maremmani opportunamente addestrati hanno fatto la fortuna della colonia di pinguini favola: da 4 esemplari rimasti a causa degli attacchi dei predatori si è arrivati alla ragguardevole cifra di 150 unità. Un traguardo importante per le due cagnoline che giunte all’età di otto anni sono destinate ad andare in pensione, limitandosi a fare da testimonial ad un progetto che ha ormai preso il volo. Attualmente si ricercano, infatti, altri giovani pastori maremmani per intraprendere questa bellissima e complessa attività di guardianìa. Un esempio che si aggiunge ai già numerosi casi di convivenza uomo e animali in cui nessuno dei due è messo in pericolo.