Lucy’s Law, che cos’è e che valore ha questa legge?

È di questi giorni la notizia che il parlamento britannico ha (finalmente) approvato la nuova legge sul commercio degli animali da compagnia.
 
La legge è soprannominata “Lucy’s Law” in memoria di una cucciola morta nel 2016 in seguito ai maltrattamenti patiti in una delle numerose “fabbriche di cuccioli” presenti in terra d’Albione.
L’episodio ha dato il via a un movimento di protesta che a gran voce ha richiesto una radicale riforma del modo in cui vengono commerciati gli animali da compagnia: secondo un recente sondaggio, l’iniziativa beneficia di un travolgente 95% di consenso tra i cittadini britannici.
 
La legge, che sarà attiva dal 16 aprile dell’anno prossimo, elimina la possibilità di acquistare animali da compagnia da terze parti, ovvero porta l’acquirente ad avere a che fare direttamente con l’allevatore con alcuni vantaggi molto importanti, tra cui:
 

🔸chi vuole acquistare un cane potrà vedere almeno in parte le condizioni in cui questo animale è stato allevato
🔸vengono poste delle condizioni più strette riguardo alle condizioni alle quali gli allevatori devono attenersi, come non allontanare il cucciolo dalla madre o non venderlo in un posto diverso da dove è nato
🔸ci saranno controlli più rigidi sul limite di 60 giorni di età prima di poter vendere il cucciolo.

 
La legge comprende poi alcune misure per limitare il contrabbando di cuccioli pregiati, una questione che è salita all’onore delle cronache anche in Italia negli scorsi giorni, che però sembrano rimanere un po’ blande.
 
In tal proposito alcuni membri del movimento che ha appoggiato la Lucy’s Law si sono dichiarati sì contenti del passaggio della legge, ma allo stesso tempo desiderosi di alcuni ulteriori passi avanti e soprattutto di un’implementazione seria e responsabile.
 

Parola d’ordine: responsabilità

Noi, ovviamente, rimaniamo dei sostenitori dell’adozione più che dell’acquisto, anche pensando ai tantissimi pelosi che rimangono ad oggi senza una famiglia. Tuttavia per noi è anche importante che, finché il commercio esiste e prospera, gli acquirenti siano il più possibile responsabili.
 
Quando si desidera acquistare un cucciolo è sempre importante informarsi scrupolosamente sulle vaccinazioni, sverminazioni e altri trattamenti che ha ricevuto, sulle sue condizioni di salute e sul benessere che gli è stato garantito nelle prime settimane di vita.

È poi ancora più importante informarsi sugli allevatori per evitare di finanziare involontariamente il traffico illegale, perché finanziarlo vuol dire far soffrire sempre più cuccioli costretti a terribili viaggi attraverso mezza Europa.