I cani sanno nuotare?

È tempo di vacanze con Fido e chi ama il mare non potrà fare a meno di ricercare località pet friendly per dare sfogo alla propria passione in compagnia del suo migliore amico. Ma, al di là dei nostri più ardenti desideri, i cani sanno nuotare? La risposta è molto più complessa di quello che si può immaginare e proprio come tra gli uomini anche tra i quadrupedi esistono veri e propri amanti dell’acqua e anche soggetti tendenzialmente riottosi a fare il bagno.

 

I cani amanti dell’acqua

Quando è la genetica a metterci lo zampino, ritroviamo esemplari di cani naturalmente predisposti al contatto con l’acqua e, dunque, formidabili nel nuoto. A vantare questa peculiare caratteristica sono soprattutto:

 

  • Irish Water Spaniel: manto riccio e crespo, lunghe orecchie e occhi a mandorla, questo cane veniva utilizzato in Irlanda per la caccia alla selvaggina in acqua. Facile da educare e particolarmente impavido, è perfetto per vivere in famiglia.
  • Perro de agua español: pelo riccio dalle varie colorazioni, taglia media e aspetto elegante, soprattutto in Andalusia veniva impiegato per la caccia in terreni acquitrinosi. Fedele e molto intelligente, non si tira indietro quando c’è da dare una mano al padrone anche a lavoro.
  • Barbet: origini francesi e manto lanoso come si conviene a un cane acquatico, è il cane da riporto in acqua ideale. Socievole, allegro e arguto si integra perfettamente anche in famiglia.
  • Otterhound: meglio noto come ‘segugio da lontra’ è il cacciatore acquatico per eccellenza, distinguendosi anche per la capacità di resistere per molto tempo in acqua gelida. Amichevole e affidabile, è un valido aiuto anche in situazioni di emergenza.
  • Chesapeake Bay Retriever: cane da riporto originario di Baltimora è perfettamente a proprio agio nelle acque gelide tipiche dei suoi territori. Dalla fisicità robusta è un cane rustico e poco diffuso.

 

Tutti i cani e l’acqua: non è sempre un binomio perfetto

Razze naturalmente predisposte a parte, non tutti i cani sono portati per il nuoto o i giochi in acqua. Questo è il caso di quadrupedi non fisicamente dotati per questa attività come il bulldog, mentre al contrario cani come labrador, golden retriever e terranova vanno pazzi per l’acqua tanto da dover essere sorvegliati per evitare vere e proprie fughe in cerca di ristoro tra mari, fiumi e laghi. E tutti gli altri? Di sicuro trarrebbero grandi benefici dal nuoto – rafforza il cuore e i polmoni, stimola l’intera muscolatura senza affaticare le articolazioni del nostro amico a quattro zampe – tocca ai padroni rendere più gradevole possibile questa esperienza.