Graffi del gatto in casa: come evitare brutte sorprese

Quando i gatti si fanno le unghie sui mobili, molti proprietari credono che si tratti di un dispetto e passano alle “maniere forti” come l’uso di spray disabituanti o rimproveri poco comprensibili al diretto interessato. Cosa si nasconde dietro questa abitudine tipica del gatto e come possiamo contenerne i disastrosi effetti sui nostri complementi d’arredo? La dottoressa Maria Grazia Calore, medico veterinario esperto in comportamento, ci ha aiutato a capirne di più.

Unghie del gatto e graffiature: cosa c’è da sapere

L’unghia del gatto cresce “a strati” come una cipolla e con continuità, per questo il felino deve provvedere a eliminare la parte più esterna nonché vecchia, affilandola.

La graffiatura, dunque, si rivela essenziale per portare a termine questa attività certosina, rivestendo due funzioni principali, rispettivamente fisica e comportamentale:

Tenere in ordine le unghie: in questo modo si evita che l’unghia penetri all’interno del polpastrello causando dolore.

Comunicare: essendo un animale relazionale e non sociale, il gatto ha la necessità di ribadire la sua presenza sul territorio attraverso molteplici segnali, come la marcatura con graffiatura. Tali gesti abituali anche per i grandi felini sono fatti in punti cruciali: vicino ai luoghi dove si dorme e nei pressi di potenziali punti di accesso di estranei come porte e finestre. Dunque, più le graffiature sono evidenti, più il nostro gatto di casa si sentirà al sicuro da eventuali intrusioni esterne.

 

Il tiragraffi: una soluzione per gatti e padroni

Non resta che rassegnarsi: il comportamento di marcatura con graffiature è perfettamente normale e come tale non può essere eliminato ma eventualmente indirizzato verso oggetti ad hoc come il tiragraffi.

Immancabile in case che ospitano gatti, deve essere acquistato dal padrone tenendo conto della preferenza del micio per superfici orizzontali o verticali in modo da scegliere il modello più adeguato.

Di certo, il tiragraffi deve rispondere ad alcune caratteristiche specifiche:

  • stabilità: non deve cadere addosso al gatto né essere trascinato
  • dimensioni adeguate: il gatto deve potersi allungare totalmente per farsi le unghie
  • corretto posizionamento: meglio se sistemato accanto a porte o finestre o vicino ai luoghi dove dorme

Dettagli importanti se vogliamo assicurarci che micio utilizzi il nostro regalo.

E in caso di sostituzione del tiragraffi ricordiamo di non far sparire subito quello vecchio, brutto per noi ma bellissimo agli occhi del nostro gatto. Piuttosto è preferibile affiancare i due oggetti per fare in modo che il micio utilizzi entrambi prima di buttare il vecchio: gli eviteremo un forte stress!