Fido mangia solo crocchette? E l’umido?

Una delle domande più frequenti che mi viene posta è relativa al tipo di alimento da somministrare al cane: solo secco? Solo umido?

Per rispondere dobbiamo capire in che modo il cane si approccia al cibo: guardando l’alimento come spesso facciamo noi? Assaporandone il gusto? Oppure sentendone il profumo?
Se ci immedesimiamo nel nostro cane, sappiamo di poter mettere in ultima posizione l’aspetto visivo: sicuramente un cane non presta attenzione se quanto gli proponiamo a un aspetto curato e invitante, mentre per noi vedere una bella ricetta è la prima cosa che ci attira nella scelta.

Ci rimane il gusto e l’olfatto . Vediamo quali sono le differenze e chi prevale tra i due sensi nella scelta di un cibo.

PERCEZIONE GUSTATIVA
N° di papille gustative
– Uomo 9.000
– Cane 1.700
– Gatto 470
PERCEZIONE OLFATTIVA
Centimetri quadrati di mucosa olfattiva
– Uomo 3-4 cm2
– Cane 18-150 cm2
aumentano a seconda della conformazione del naso del cane
– Gatto 20 cm2
Un cane sceglie il suo alimento prevalentemente con il naso, ovvero dal profumo che viene rilasciato dal cibo e poi lo assapora.
f00b4d644af0d7fc784a37f29ec6b02e

Ma non fermiamoci qui: esploriamo anche il campo comportamentale che incide sull’alimentazione. Il cane è un animale sociale vive in branco e il pasto gioca un ruolo fondamentale nella convivenza con i suoi simili e nel nostro caso nella convivenza con noi umani. La gratificazione alimentare è un metodo utilizzato spesso per incoraggiare comportamenti corretti e per rinforzare il rapporto tra loro e noi. Servire al nostro cane un pasto gratificante non sarà solo un gesto di affetto ma un comportamento che getterà delle solide basi alla convivenza con il nostro amico.

Valutando la scelta tra secco e/o umido dal punto di vista del solo fabbisogno nutrizionale, possiamo affermare senza dubbio che se scegliamo un alimento secco di alta qualità i fabbisogni del cane sono totalmente soddisfatti. Il cane – a differenza del gatto – non ha nessun problema a bere: se alimentato con sole crocchette berrà un quantitativo maggiore di acqua mantenendo la sua idratazione in modo ottimale!

cane_divertente_che_beve_acqua

D’altra parte però, si perderebbe gran parte della gratificazione alimentare descritta, perché una crocchetta non sarà mai così profumata come un alimento umido. Inoltre andremo a perdere alcuni benefici nutrizionali “naturali” di un alimento umido (Vitamine e Sali minerali) che di per sé è molto meno lavorato rispetto ad una crocchetta e mantiene quindi intatti molti nutrienti naturalmente contenuti negli ingredienti.

Potremmo alimentarlo solo a umido ma non aiuteremmo ad esempio la masticazione . Il nostro amico assumerebbe il pasto molto più velocemente evitando la masticazione che invece è prima fase della digestione . Inoltre il cibo di consistenza morbida non svolgerebbe nessun massaggio gengivale, importante ad esempio nelle fasi in cu avviene il cambio di dentizione , ne tantomeno nessuna azione di pulizia dentale .

Allora? Cosa fare?

Uno dei consigli per alimentare il nostro amico è quello di sfruttare entrambi gli alimenti sia quello secco che quello umido e soprattutto sfruttare le caratteristiche positive di entrambi senza esclusioni.

Mescolare un cucchiaio di cibo umido alle crocchette, renderà il suo pasto un appuntamento importante tra loro e noi e non sarà solo per appagare il suo senso di fame ma anche per renderlo felice. Il secco svolgerà il suo ruolo a livello nutrizionale , digestivo ( masticazione ) e di supporto alla pulizia dei denti . L’umido svolgerà un ruolo altrettanto nutrizionale fornendo una piccola quota di nutrienti nobili e vari e “nutrirà” i sensi del nostro compagno di vita.

998dc2889316db3eebbf1127b1aa3207

Dott.ssa Benedetta Giannini, medico veterinario esperto in nutrizione