Hai già un profilo?

Scegli la tua tipologia d’iscrizione

Parlaci di te, così potremmo indirizzarti al meglio.

Sono compagno di un gatto/cane

Se acquisti prodotti Almo Nature e/o supporti i progetti della Fondazione Capellino, questo è il tuo accesso personale.

Sono un partner commerciale

Se lavori per un negozio, una clinica veterinaria o rappresenti un altro partner commerciale di Almo Nature, è qui che ti diamo il benvenuto.

Voglio unirmi al progetto in qualità di organizzazione

Se fai parte di una ONLUS, una NON-ONLUS o di un’amministrazione locale che intende aderire al progetto "A Companion Animal Is For Life", vai qui.

Non hai ancora un account?

Use your code to change the password

Enter the verification code from the email we’ve sent you and create new password.

Reimposta la password

Inserisci l'indirizzo email associato al tuo account e ti invieremo un link per reimpostare la password.

You did it!

Password successfully restored

Cambia password temporanea

Coccolare il gatto: la ricerca

Gatti e coccole è un tema caro agli amanti dei gatti, ma quanto i felini beneficiano di questo speciale contatto con il padrone? Sappiamo tutto sui cani a partire dal modo corretto di accarezzarli fino ai segnali di affetto verso il padrone mentre i gatti indipendenti e carismatici restano un mistero da questo punto di vista. Di certo a fornire qualche informazione in più è uno studio pubblicato di recente su Preventive Veterinary Medicine.

Lo studio sui gatti provenienti dai rifugi

Per intraprendere lo studio sono stati presi in esame 96 gatti provenienti dai rifugi e suddivisi in due gruppi. Il primo gruppo è stato coccolato – spazzolatura, giochi o semplici carezze riassumibili dalla definizione di Gentling – da una persona per 10 minuti, quattro volte al giorno, per 10 giorni. Il secondo gruppo, invece, è stato esaminato da un ricercatore in piedi davanti alla loro gabbia con gli occhi bassi, per lo stesso tempo. Tutti i soggetti felini della ricerca sono partiti da una situazione di parità – perfetto stato di salute e assenza di disturbi da ansia – per poi mostrare delle singolari evidenze al termine dell’esperimento. Infatti, i gatti coccolati per dieci giorni si sono mostrati non solo più felici e appagati ma anche meno predisposti a disturbi respiratori. I gatti del gruppo non sottoposto al Gentling, invece, sono risultati meno felici e dalla salute più cagionevole. In particolare, in questo gruppo 17 gattini su 49 hanno sviluppato disturbi delle vie respiratorie superiori, rispetto ai 9 dei 47 gatti appartenenti all’altro schieramento.

Le conclusioni: coccole ‘terapeutiche’?

A quanto pare la sensazione di appagamento dei felini stimolerebbe la produzione di un anticorpo utile a combattere i disturbi delle vie respiratorie superiori. Un’evidenza da utilizzare come base per ulteriori approfondimenti dagli autori della ricerca, Clive JC Phillips, professore di benessere degli animali presso l’Università del Queensland, e Nadine Gourkow, consulente del benessere degli animali, interessati ad approfondire gli effetti del Gentling. Cani, gatti ma anche altri animali da compagnia potrebbero essere soggetti alla ‘terapia delle carezze’, piacevole nella maggior parte dei casi, una volta assicurato il rispetto delle caratteristiche e dei bisogni del nostro amico.

Seleziona la modalità di iscrizione

Sei già iscritto

Benvenuto nella comunità!

La nostra prima e-mail è già in arrivo. Speriamo sia di tuo gradimento.

Un'altra cosa

Saremmo lieti di sapere qualcosa di più su di te – per fornirti le informazioni più pertinenti. Per favore, rispondi ad alcune semplici domande:

Qual è il tuo animale da compagnia?

Quanti anni hanno i tuoi compagni animali?

  • Cane
  • Gatto

In che zona vivi?

Oh, hai un gatto e un cane! Bene, già ci piaci :)

Grazie per esserti iscritto! E porta i nostri saluti al tuo gatto :)

Grazie per esserti iscritto! E porta i nostri saluti al tuo cane :)

Ehi, è così bello averti qui con noi :) Grazie per esserti iscritto!

Per favore, se hai qualche opinione sui prodotti Almo Nature per gatti o cani (o entrambi!) o riguardo ai progetti della Fondazione Capellino, condividili con noi — — siamo sempre lieti di confrontarci con chi è interessato e partecipe. Speriamo di rivederti presto!

Questo sito utilizza cookie tecnici per facilitare la navigazione, cookie di analisi raccogliere dati aggregati, cookie volti a garantire la funzionalità dei social media e di terze parti cookie per offrire servizi e funzionalità aggiuntivi agli utenti. Se vuoi saperne di più o ritirare il tuo consenso a tutti o ad alcuni cookie, vedere il Politica dei cookie.

Cliccando sul pulsante specifico, chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina web o continuando a navigare in qualsiasi altro modo, accetti l'uso dei cookie.