Almo Nature sostiene cani da guardiania in Toscana

L’aLmore di Almo Nature per il lupo approda anche in Toscana. Dopo la Liguria e il Piemonte, infatti, la regione è stata protagonista nel mese di ottobre di un’iniziativa solidale in collaborazione con l’associazione Canislupus Italia. L’intento è sempre lo stesso: favorire la salvaguardia del lupo ed una convivenza pacifica tra questi ultimi e i pastori.  Figura chiave affinché questo ambiziosa ma possibile coabitazione avvenga in territorio italiano è quella del cane da guardiania, alleato dei pastori grazie alla capacità di allontanare i predatori e al tempo stesso ‘garante’ dell’incolumità di animali preziosi per la biodiversità come il lupo.

eremo3 - Copia

Questo intento si è concretizzato con la consegna di cuccioli di pastore maremmano alle aziende agricole aderenti e naturalmente con cospicue scorte di pet food (circa 2 tonnellate di crocchette Almo Nature) da destinare ai nuovi arrivati.

Una delle aziende a beneficiare di questa possibilità è stata l’Eremo dei Toschi o Eremo di Santa Maria situata nell’appennino tosco-romagnolo, nella Valle dell’Acquacheta (Comune di S.Godenzo). Un luogo suggestivo alle porte del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona, Campigna, da cui sarebbe passato nel 1302 persino Dante Alighieri.

eremo2

Da alcuni anni Elisa e Paolo si occupano della proprietà in cui figurano un Eremo benedettino dell’XI secolo, la canonica, terreni agricoli, bosco e pascoli. Col tempo hanno ripristinato i pascoli con pratiche ecologiche e allevano capre da latte e vacche (una razza storica, la grigia alpina) producendo carne e formaggi di capra. La posizione geografica dell’azienda ha determinato frequenti visite da parte dei lupi e per questo hanno di recente adottato un cane pastore maremmano fornito da Canislupus Italia, che ora fa coppia con la femmina che avevano.

DSC_1141 (1)
I risultati sono ottimi: i cani sono molto docili con gli ospiti (una parte della struttura viene utilizzata per ricezione) e attaccatissimi al gregge.

DSC_0540